Ami la natura? E allora indossala con le creazioni di Pasly Artdesign



Il mondo è in continuo mutamento e con esso cambia anche il concetto di gioiello. Non bisogna più pensare ad esso come un qualcosa di prezioso da un punto di vista dei materiali usati, ma prezioso deve essere il concetto che sta alla base della sua realizzazione, ed in questo caso niente è più prezioso di madre natura“sperimentazione, studio e ricerca per sensibilizzare in nome della sostenibilità." 

Questo il pensiero di Pasly artigiana calabrese di gioielli che oltre alle linee e alle forme, hanno come vero valore aggiunto il fatto di essere realizzati con i doni di madre natura coltivati, scelti e lavorati personalmente dalla protagonista della nostra nuova intervista. Ma chi è Pasly e perchè parliamo di agri-gioielli? Scopriamolo insieme...

Hai deciso di investire sulla tua passione per realizzare gioielli ponendo una particolare attenzione verso l’ambiente, perchè questa scelta?

Perché avevo voglia di dire qualcosa di mio di creare qualcosa che mi appartenesse, un prodotto diverso e fuori dal comune, che puntasse l’ attenzione sulla bellezza che ci circonda alla quale non diamo in molti casi importanza ed attenzione. Ho unito così passione e competenze per dare vita ad una nuova visione del gioiello.

Pasly ci racconti il tuo modo di lavorare e i materiali che preferisci?

Opero lasciandomi trasportare dall’ ispirazione del momento. Intervengo sugli elementi che utilizzo in due modi, in maniera istintiva o estremamente studiata. In ogni caso dopo aver recuperato i materiali la prima cosa che faccio è schizzare, per avere già visivamente un’ idea di insieme che a volte può cambiare in corso d’ opera. Tutto viene lavorato con l’ utilizzo di semplici utensili come aghi, pinze, lime ecc. ed anche in questi processi sono molto attenta alla sostenibilità. Abbino di solito ai materiali naturali perline, cristalli, pietre dure e metalli. I materiali che utilizzo sono tanti e ognuno con caratteristiche uniche, di sicuro tra i miei preferiti c’è il fico d’india la sua trama è elegante e raffinata, la trovo magica.

Già tante esperienze alle spalle da quando è nato il brand, qual è stata quella per te più gratificante?

È vero le esperienze e le gratificazioni sono state tante ma quella degli Oscar Green la porterò sempre nel mio cuore, aver trovato il connubio tra arte e agricoltura mi ha consentito di partecipare a questo magnifico evento ed entrare a far parte del mondo Coldiretti che non conoscevo e che apprezzo tantissimo, da allora molte cose sono cambiate in positivo e sono riuscita a vedere altre prospettive.

Quanto influisce sul tuo lavoro la tua terra natia: la Calabria?

Il collegamento con la mia terra è fondamentale, come dico sempre non sarei quel che sono se non fossi nata e cresciuta in Calabria, la Calabria da e toglie a me ha dato tanto e ha tolto allo stesso tempo. Ogni cosa mi riconduce ad essa e nel mio piccolo cerco di farla conoscere positivamente. La mia casa è l’ Aspromonte e lì la natura detta le leggi, per questo ne sono stata fortemente influenzata. Spero che chi non cosce questa terra possa farlo, apprezzando ciò che i media molte volte nascondono, mentre per chi vi abita spero che ci si renda conto del tesoro che ci circonda e se ne prenda finalmente consapevolezza.

Cosa significa per te essere un artigiana del gioiello che porta avanti con passione e responsabilità i valori della sostenibilità, del riciclo e del rispetto del Pianeta?

Per me significa abbracciare uno stile di vita più armonioso, cercare di dare un contributo in favore dell’ ambiente senza rinunciare all’ originalità e all’ unicità, fare in modo che la gente lo capisca ed apra il proprio cuore ed il proprio spirito ad una visione nuova che è valore aggiunto e non il contrario.

Il gioiello è una forma d’arte che viene contestualizzata sul corpo, chi indossa il gioiello decide il finale della storia di quel gioiello. Chi lo indossa, lo riempie di ricordi, di vita. Pasly come definiresti le tue creazioni? Che cosa rappresenta per te indossare un gioiello Pasly Art Design?

Lascio che siano sempre gli altri a definire le mie creazioni, ti riporto un pensiero che mi ha fatto molto piacere: “le tue opere sono vive e vivono insieme a chi li indossa, ecco credo che sia questa la risposta giusta. Di sicuro raccontano di luoghi e momenti, raccontano di me e della mia concezione, indossarli significa distinguersi.

Per la creazione dei tuoi gioielli utilizzi anche materiali di scarto di alcune aziende agricole. Quindi nulla si distrugge e tutto si ricicla anche nel tuo laboratorio? Questo secondo te è un punto cardine del nuovo stile contemporaneo che sta attento all’ ambiente?

Parto dall’ idea che quello che viene considerato scarto in realtà è ricchezza, uno dei cardini della mia visione del gioiello è appunto riutilizzare e dare una nuova vita ad elementi di vario genere. Assolutamente si, penso che il riciclo è un modo per contribuire a non sprecare e a rispettare di più l’ambiente.

Cosa ti prospetta il futuro prossimo? Un materiale che vorresti sperimentare per una tua prossima creazione?

Tante collaborazioni in vista, e questo mi carica di energia e positività. Tanti anche i materiali che vorrei utilizzare sia dal punto di vista della stabilizzazione e delle finiture oltre che come nuovi elementi principi delle mie creazioni, una cosa che stò valutando da qualche tempo è l’ utilizzo di materiali legati al food, alcune cose le ho già usate in passato ma stò provando a sperimentare con molto altro.

Dov’è possibile acquistare i tuoi gioielli?

Soprattutto on line o durante esposizioni ed eventi, ultimamente però alcune realtà hanno deciso di dedicare uno spazio ai miei agrigioielli ma per tutto questo vi invito a visitare e consultare il mio sito www.paslyartdesign.com e le mie pagine social, potete trovare tutte le info o contattarmi privatamente. Inoltre è in arrivo il nuovo catalogo con i consigli e le novità per l’ autunno e per le festività ormai prossime, oltre all’ integrazione dello shop sulla pagina Instagram @paslyartdesign e sulla pagina Facebook Pasly artdesign. Ricordo in fine che è possibile passare a vedere i miei lavori su appuntamento e richiedere creazioni ad hoc a secondo il proprio budget. Insomma, come dico sempre: se ami la natura indossala.