Chiara: " Sono una Mamma di giorno e di notte creo Arcobaleni..."


Molto spesso abbiamo sentito pronunciare la frase: “Fai Solo la Mamma?” Come se occuparsi dei propri figli fosse qualcosa da poco, che implica zero fatica, pochi sacrifici e nessuno straordinario. Sicuramente ci sono i pro ed i contro nell' essere una mamma a tempo pieno, ma le scelte sono scelte, alla base resta l' importanza di fare ciò che veramente ci fa stare bene, ci permette di essere quelle donne che abbiamo sempre voluto essere senza compromessi. Tutto questo, ancora oggi, risulta tremendamente difficile, le scelte di molte donne sono quasi obbligate da esigenze che non tengono conto del fatto che oltre ad essere donne, lavoratrici siamo anche mamme, un ruolo fondamentale che pare non trovar spazio se si vuole fare carriera. 


E ci sono donne, le cui scelte si concretizzano passo dopo passo, quasi come se il disegno della propria vita ricominciasse daccapo con l' arrivo dei figli. Questa è la storia di Chiara Sertorelli, conosciuta su Ig come @chiarin_ , mamma/farmacista che trova nella notte l' unico momento libero da dedicare a se stessa e alle sue creazioni: gli arcobaleni. Oggi Chiara ci racconta un po' della sua vita e di come ha avuto origine tutto ciò...
É notte e mi ritrovo a scrivere la mia storia o meglio la storia che in questo periodo si sta creando giorno dopo giorno, scelta dopo scelta e che tra qualche anno racconterò ai miei bimbi prima della nanna. Faccio un passo indietro e mi presento. Sono Chiara e sono una semplice mamma di due (come tante), Filippo di due anni e mezzo e Sofia, l' ultima arrivata, nata a dicembre, nell'unico giorno di neve dell' anno appena passato. Entrambi con gli occhioni enormi, vivaci e instancabili.
La mia storia è fatta di coccole, creatività, passioni ritrovate e arcobaleni... detta così forse non capite, ma cercherò di spiegarvi meglio.
Partiamo dagli arcobaleni. Avevo un' idea ben precisa in testa quella mattina di novembre quando rovistando nella scatola di latta del cucito ho messo da parte corda e filo per creare il primo abbozzo di arco colorato. Di lì a poco é nato il fiocco che un mesetto più tardi ha assistito, appeso alla porta dell' ospedale, al mistero più bello di sempre, la nascita della piccola Sofi. Vi spiego la mia idea, volevo preparare una cameretta accogliente per i bimbi e personalizzarla con qualcosa fatto da me che negli anni rimanesse il simbolo del loro passaggio. Amo lo stile nordico, minimal, essenziale, elegante e raffinato con poco. Questa è esattamente la filosofia che ho adottato nella vita di tutti i giorni, "less is more".


Chiara è una farmacista green, ama definirsi così perché è convinta che la natura spesso sia il rimedio migliore, senza nulla togliere al ruolo fondamentale dei farmaci in alcune situazioni. Al momento la sua la vita è quella di una mamma full time, e l' unico spazio che riesce a ritagliarsi è di notte quando tutti dormono per potersi finalmente dedicare alle sue passioni, avvolta nel silenzio rigenerante delle ore più buie.
In tutto quello che faccio metto la mia instancabile curiosità, amo la cosmesi DIY sia perché mi piace sperimentare scegliendo esattamente la composizione di ciò che andrò ad applicare sulla mia pelle, sia per l' ottica di riduzione degli sprechi che consente di eliminare contenitori inutili. Per intrattenere i bimbi spesso creo attività e giochi con materiali di riciclo, i sorrisi più belli li ho visti di fronte a dei semplici pezzettini di legno, ad una casetta di cartone o ad una cucina costruita con una scatola Ikea.”


Un' altra passione di Chiara è il suo giardino al quale deve molto soprattutto nel periodo appena trascorso del lock down: “è bastato stare ogni giorno un attimo all' aria aperta per non pensare alle paure e all' incertezza della momento, la natura ancora una volta ci ha dato una super mano. Un' altra cosa che amo del nostro giardino? L' orto e quello che ogni giorno ci regala. Abbiamo appena dato il via al periodo svezzamento con pappe a km zero di ortaggi che non hanno mai conosciuto alcun trattamento. Avere un orto detta la stagionalità ed aiuta ad apprezzare verdura e frutta che, inutile dirlo, hanno completamente un altro sapore rispetto a quelle acquistate.”